Happy New Year? No thanks

Spread the love

Quest’anno niente auguri di buon anno, non nè vale la pena. Oggi o domani potrebbe arrivare qualche politico ben oliato dai potenti e ribaltarmi l’intero anno.

Tra l’altro chi cazzo ha detto che questo é il giorno in cui l’anno cambia, nel senso, è una cosa tutta umana fatta di tradizioni storiche ma niente realtà… in realtà il nuovo anno è la festa della circoncisione di Gesu Cristo. Cazzo vuoi che me né fotta a me di quando è stato circonciso Gesu Cristo???

E poi perchè dovrei anche farci su una festa?? La verità è un’altra: Nell’anno 345 o giu di li, ci fu un accordo sulla nascita della chiesa cristiana e sull’abolizione delle persecuzioni contro i cristiani. Finalmente i cristiani potevano essere liberi di praticare il loro culto senza rischiare di morire, cosa accadde? che la chiesa ( la comunità cristiana del periodo) firmò un accordo con l’Imperatore e in comune decisero che il 25 di Dicembre (giorno in cui siglarono gli accordi) poteva essere usata come data per celebrare la nascita di “cristo” inteso come “cristianesimo”

Fin qui non ci piove, il problema è sorto quando qualcuno… e sinceramente non so chi sia stato, ha deciso di far coincidere la data della circoncisione di Gesu Cristo con il capodanno. La circoncisione avviene 7/8 giorni dopo la nascita del pargolo. Per farla breve festeggiare il capodanno è come festeggiare il Columbus Day in America. Praticamente festeggiamo l’inizio del genocidio costante, continuo e programmato di quasi duemila anni di potere e di abusi della chiesa cattolica con le sue banche i suoi governi corrotti e le sue regole e discipline poco consone all’ideologia socialista proposta da Gesu Cristo. Quindi da quest’anno non faccio piu gli auguri a nessuno. Vi chiederete perchè sei cosi stronzo?

Albert Camus ha scritto qualcosa di incredbile per spiegare in due parole il mio sentimento nei confronti di tutto questo bailame;

“L’unico modo per confrontarsi con un mondo non libero
è diventare così assolutamente libero
che la tua stessa esistenza diventa un atto di ribellione”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll UpScroll Up