Menu
Menu

Siamo alla frutta con le criptovalute… è probabilmente scenderanno ancora

La verità sulla disfatta del mercato  delle criptovalute da Agosto ai primi di Settembre, secondo la mia “modesta opinione” è un monito di quello che succederà nei mercati finanziari globali. Sicuramente il problema è dovuto ad una mancanza di fondi, in altre parole gli investitori — che temono ripercussioni pesanti da quest’ennesima crisi — si sono ” ridimensionati” accelllerando la caduta delle criptovalute, che probabilmente continueranno al loro discesa nei prossimi giorni per stabilizzarsi su cifre meno “ingenti”.

Dopo di che ad una velocità sicuramente maggiore di quella dei mercati comuni si riassesteranno per ricominciare la scalata, essendo le criptovalute decentralizzate non subiscono “pressioni” dai “titolari” dei mercati, vanno un pò a cazzi loro, gestiscono le crisi in maniera differente e sicuramente in maniera efficiente, a differenza delle valute oridnarie che restano sempre soggette a decisioni da parte di burocrati che nè rallentano o accellerano il declino o la rinascita. Fin qui tutto chiaro???

La crisi che sta per arrivare è come quella del 1994, ma questa volta molto piu potente, del resto tutti aspettavano la fine del mondo e adesso che è alle porte tutti che si preoccupano, questo perchè fino ad ora abbiamo immaginato che lo stesso Dio pensi come noi, ma signori miei le “varianti” matematiche del caso sono talmente alte che nemmeno Dio può prevedere cosa succederà alla terra ed ai suoi abitanti nei prossimi dieci anni, altro che #nessunotocchisalvini,  qui la situazione è davvero critica.

Se le criptomonete che in un modo o nell’altro riescono a stare a galla senza interventi estremi quali: tagli delgi interessi, dazi, guerre e carestia – come fanno le monete ordinarie – essendo esse  “preda delle burocrazie dell’IMF e degli USA” a vivere di ossigeno proprio? Non possono, mi sembra chiaro.

Quello che stiamo assistendo oggi sui mercati delle criptomonete è l’esatta “copia” di quello che accadrà nei prossimi mesi alle monete ed ai mercati ordinari.

Si dovrà fare i conti con una situazione “straordinaria” e noi, prutroppo, abbiamo ministri e banchieri piu che ordinari, anzi per dirla tutta se facessimo l’ecenfalogranmma di ogni singolo ministro degli ultimi settanta anni non risulterebbe semplicemtente piatto, ma concavo… fate un pò voi.

In ogni caso per chi si è affacciato sulle criptomonete adesso, non è il caso di disperare, basta seguire questi piccoli consigli per sopravvivere alla tempesta.

Comprate, ma prima di comprare valutate bene l’andamento di mercato e aspettate qualche giorno per vedere l’evoluzione, del resto grazie alle candele giapponesi è semplice prevedere “nn parlo di scalping” cosa succederà ad una moneta virtuale, se nel corso del vostro “studio” vedete che il Bearish continua ma ci sono segnali di ripresa, comprate.. e attendete. La pazienza è la virtu dei forti!


Tag:, , , , , ,
Vai alla barra degli strumenti