Menu
Menu

Dal colera di Napoli alla strage di Bologna passando per altre schifezze “democratiche” spiegati in musica

Source

https://www.diregiovani.it/2016/04/26/29996-chernobyl-30-anni-disastro-cosa-accadde.dg/

https://darkwhite666.blogspot.com/2014/12/cose-il-millennium-bug-e-come-venne.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_energetica_%281979%29

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/2-agosto-1980-1.4069114

http://www.vesuviolive.it/ultime-notizie/105771-24-agosto-1973-ecco-la-verita-sul-colera-a-napoli/

Gli Italiani dimenticano facilmente la storia perchè non studiano, nn si applicano. Avevo pochi anni e giocavo con le figurine panini mentre mia sorella cercava di calmare un bambino di pochi mesi che piangeva come un ossesso perchè nn aveva acqua da bere e neanche latte da mangiare, eravamo sul treno x andare in vacanza a Rimini da Napoli. Il treno rimase fermo circa 18 ore e non permisero l’ingresso a Bologna fino a quando nn avessero avuto la garanzia che fosse stato libero dai “colerosi” — (il capotreno usò questo termine) a quel tempo era normale assistere ad un pò di dittatura “preventiva” (molto simile alla dittatura preventiva di Salvini) al tempo i Dik-Dik cantavano storie di periferia

Ricordo poi la strage di Bologna, ero sul treno che lasciò la città pochi minuti prima dell’esplosione, avevo passato l’intera notte alla fontana dietro la stazione a parlare con un marocchino… stanco, dopo aver fatto una colazione veloce, salii sul primo treno senza attendere il mio che sarebbe dovuto arrivare qualche ora piu tardi. Ricordo che mi trovavo nell’ultima carrozza, nn avevo il biglietto e quindi mi nascondevo. In quel momento  vidi il fumo dell’esplosione dai finestrini di coda mentre il treno nel suo piacevole dondolio si allontanava da Bologna — avrei scoperto al sera stessa dell’attentato – mi chiedevo cosa avesse potuto causare tutto quel fumo bianco, e nn capivo cosa fosse stato quell’enorme boato. Il capotreno si dileguò in men che non si dica, il biglietto non era piu cosi importante per lui. I Matia bazar infestavano i Juke-box con C’èe tutto un mondo intorno

Poi ricordo la crisi economica del 1980, quando ripescarono un vecchio decreto regio del 1800 inventato dal caro ex Re d’Italia per tappare i buchi di un economia poco “pulita” avevamo speso troppi soldi nella guerra al terrorismo (dicevano) per poi scoprire che i terroristi in realtà erano dipendenti statali, ricordo l’uccisione di Aldo Moro, quella di Borsellino e Falcone, ma mentre nel primo episodio non eravamo abituati al “terrore” (ricordo il silenzio tombale che regnava sull’Italia quando scoprirono il cadavere di Aldo Moro) nella seconda ipotesi ci furono solo dei grandi funerali di Stato con  qualche “giuda” di turno che urlava e incitava la popolazione a combattere la mafia… senza che la “popolazione” fosse al corrente del fatto  che la mafia erano proprio quelle persone che la “combattevano” e Alberto Fortis cantava Milano e Vincenzo

Ricordo quando in Italia l’erba non era “proprio” illegale, era tollerata e largamente usata  perchè parte delle nostre tradizioni, mi imbattei a quel tempo su un libricino pubblicato da un editore che li vendeva a “mille lire” e c’era scritto che L’america nel 1952 decise di rendere illegale la marjiuana in Italia. le motivazini erano semplici, L’italia era al tempo uno dei piu grandi produttori di canapa indiana, facevamo le tele jeans, da qui il famoso”denim jeans” e siccome gli Americani producevano cotone l’Italia rappresentava un pericolo sul mercato, qualche furbetto di AMERICANO PENSÒ BENE DI CORROMPERE UN ANDREOTTI DI TURNO, cosi l’Italia usci dal mercato delle vele e mentre ora usano i diesel, in Italia l’erba è ancora vietata. E Bob Marley aveva invaso lo stadio di San Siro qualche anno piu tardi con un concerto pazzesco 🙂 No Women no Cry

Poi mi ricordo il millenium bug, anche a quel tempo lessi uno di quei libricini — che tra l’altro diventavano sempre piu rari —  e dicevano che in realtà avrebbero dovuto azzerare tutti i debiti pubblici mondiali e ricominciare, altrimenti avremmo avuto un futuro di merda. Al tempo ci risi sopra, pensai questo scrittore è pazzo furioso, oggi lo considero un profeta. E mentre prendevo il mio primo aereo intercontinentale per andare negli Stati Uniti i Morcheeba mi spiegavano che Roma non era stata costruita in un giorno…

Mi ricordo di Chernobil, cosi come mi ricordo del fatto che in Svizzera dicevano ai loro cittadini che la nube tossica  si era miracolosamente fermata in frontiera, e per scongiurare la crisi economica continuarono a vendere latte contaminato, lo stesso accadeva in Italia, ma la gente moriva uguale di cancro per esposizione a radiazioni atomiche. In Svizzera i “cancerogeni” morivano lo stesso ma in cambio, le famiglie,  prendevano risarcimenti per tenere la bocca chiusa.

Ricordo quando le pantere ci mordevano il sedere ( lo scrisse Fabrizio de Andrè) di lui mi ricordo il processo al pastore che lo tenne alla catena per circa un anno, ricordo che Fabrizio perdonò il pastore dicendo che lui era una vittima tanto quanto chiunque in questo mondo “sbagliato” ma al tempo nessuno ci fece caso, era solo un cantante.

E di cantanti nè ricordo un sacco che mi dicevano di stare attento, perchè se lasciavo che lo schifo diventasse normale domani sarebbe stato molto peggio, purtopppo per il resto dell’italia erano solo dei cantanti

Ricordo la prima guerra del golfo, la seconda, e poi la terza ed ora alla 144tresima guerra ho quasi perso il conto.

Ricordo la prima televisione di Berlusconi, cosi come ricordo il suo ingresso in politica, ricordo poi 20 anni di buio culturale, oserei dire totale, e tra veline e calciatori tutti urlavano al boom economico, poi mi ricordo che Milano iniziò a spegnersi piano piano, i ristoranti chiudevano, i negozi chiudevano, la gente nn aveva piu soldi, io ero appena tornato dall’america ed ero ancora confuso, credevo nel socialismo, nella forza del popolo, intanto la Germania aveva perso il muro ed iniziava ad allargarsi con l’idea di “Europa Unita” ed ora che ci tengono al cappio con il debito pubblico, lo spread e le banche, siccome ci siamo abiotuati non ci facciamo piu caso

Nel frattempo in Canada Bruce Cockburn cantava una canzone che spiegava tutto quello che ci stavano facendo, ma è solo un cantante…..

Tag:, , , , ,
Vai alla barra degli strumenti