Come costruire una #città davvero #intelligente grazie a #Blockchain

Il modo per migliorare la nostra vita c’è,ed esiste la teconolgia per farlo..

Alternative EconomyanarchiablogBrave BrowserDtubeFeaturedhackinglatest_newsLinuxSteemittutorialTutorial Linuxvideo

Written by:

This article is originally posted at Coincentral.com” ” Questo articolo è pubblicato su Coincentral.com al seguente indirizzo English Version   https://coincentral.com/blockchain-and-construction/

se pensiamo a quali delle industrie potrebbero essere colpite dalla prossima rivoluzione causata da blockchain, sicuramente non ci sfiorerebbe per la testa di pensare al settore delle costruzioni, case, edifici pubblici, ponti (per esempio) vedi ponte di genova.

Pensate se fosse stato costruito seguendo una direttiva minima di coordinamento con #blockchain non sarebbe crollato, punto e basta

Vedete il probelma in questo mondo è che le decisioni anche le piu importanti vengono prese da uomini e non da “algoritimi” e non parlo di robotica, parlo di calcolo delle probailità, tracciabilità dei beni venduti, per esempio tutti gli ordini sono effettuati fino ad ora su carta.

Spesso e volentieri le persone addette ai lavori non sanno neanche se il materiale è in deposito o va ancora ordinato, questo perchè ogni cosa funziona ancora alla vecchia maniera 🙂
Queste non sono nemmeno le peggiori conseguenze.

Il contratto del governo #Britannico Carillion è crollato all’inizio
del 2018, colpendo di conseguenza il lavoro di circa 43.000 persone.
Le fonti Ufficiali hanno sottolineato che il problema della fornitura era dovuto alla lentezza causata dalla burocrazia congiunta una pessima gestione del credito e un’ulteriore mancanza di visibilità sui progetti e sulle forniture necessarie per terminare un cantiere.

L’industria sta prendendo atto della situazione, infatti  Recenti annunci hanno ora confermato che la Probuild, una delle più grandi imprese di costruzione in Australia, ha collaborato con US blockchain Constructor Birckschain per la gestione della sua catena di fornitura globale. L’annuncio conferma che “Probuild ha la certezza che Blockchain, IoT e Big Data possono rivoluzionare controllare ed accellerare , riducendo gli sprechi, la catena di fornitura nel settore della costruzione.

Blockchain e gestione dei progetti edili

I progetti di costruzione si basano su vari soggetti al fine di lavorare insieme per completare un edificio basato su specifiche predefinite.
Ogni parte si aspetta un pagamento in base al lavoro svolto. Pertanto, la connettività #peer-to-peer di #blockchain, combinata con la funzionalità
degli smart contract, offrirebbe eccellenti opportunità per semplificare la gestione dei progetti di costruzione e garantire i pagamenti.
Ci sarebbe piu controllo sulle forniture, non si potrebbe comprare “materiale” scadente, se per contratto abbiamo scelto di usare un certo
grado di qualità per la costruzione, e tanto meno si può imbrogliare sugli acquisti visto che le forniture di ogni singolo contratto sarebbero supervisionate da blockchain, inoltre i contratti con pagamento a termine garantito, sarebbero i primi “contenti” di usare blockchain, creare un database interattivo e virtuale   del settore costruzione sarebbe fondamentale, proprio al fine di evitare le solite “mazzette”, gli extra per far sparire i rifiuti, i politci accomodanti, insomma, capite che se questa teconlogia fosse davvero applicata alla realta noi potremmo  vivere in un mondo fatto di onestà! Pazzesco…

Snellimento delle cause in Tribunale

La Construction Blockchain Consortium ha già  sguinzagliato i suoi “lavoratori” per trovare possibili applicazioni che mirino a far diminuire le “litigiosità” tra appaltatori, infatti ci sono centinaia di cause che hanno purtroppo portato alla chiusura di enormi cantieri, con la perdita di posti di lavoro, stipendi, forniture non pagate e sequestrate, semmai trovassero il modo di creare un database per ogni  “appaltatore” esistente sul mercato,  una specie di catalogo virtuale “albo professionale” interfaccia per le utenze al fine di verificaregli andamenti dei lavori, le imputabilità, le innocenze, le colpe, eviterebbe inutili “lungaggini” nei tribunali,  ridurebbe i costi di gestione della nostra stessa società, dove i giudici potrebbero lavorare al servizio del cittadino, ma per davvero.

Nel loro articolo sul futuro delle Smart Cities, McKinsey punta all’attuale burocrazia che si occupa di acquisizione fondiaria e di diritti edilizi come una barriera alla libera costruzione e alla libera vendita.
Il documento continua a spiegare come le soluzioni digitalizzate accelererebbero il processo di ottenimento delle approvazioni fondiarie e edilizie, facilitandone le compravendite

I registri catastali basati su blockchain forniscono un vasto miglioramento rispetto ai processi cartacei di oggi.
Blockchain consente di velocizzare riducendo anche notevolmente l’impatto sull’ambiente vista l’eliminazione di inutili scartoffie.

Ispezioni agli Edifici sia Pubblci che Privati – Ponti – Infrastrutture – scuole – librerie-  garantita da un algoritmo

Poi passiamo ad un argomento delicato, soprattutto in paesi come l’Italia dove la #corruzione ha spadroneggiato per decenni, e ancora “si nutre”.
Le ispezioni agli edifici, sia pubblici che privati, a ponti, strutture scolastiche, biblioteche, musei, sarebbero a disposizione di tutti, grazie a probabili e future applicazioni ed al registro virtuale messo a disposizione da blockchain.


Potremmo sapere con certezza da dove arriva il materiale usato, quando una certa parte dell’edificio va sostituita, potremmo sapere se l’edificio necessita di ristrutturazioni, se la casa che compriamo ha dei problemi di tubature per esempio, sapendo quando sono state costruite si sa anche la “durata” approssimativa della merce,  se vogliamo risolvere i problemi di questo sistema #economico ed #amministrativo sballato e pieno di perdite, #Blockchain sembra una buona base di partenza, e mi sconvolge il fatto che sui media non si dedica neanche “due minuti” almeno a spiegare che cos’è.
Senza contare che il registro catasti gestito da blockchain avrebbe il vantaggio essere disponibile a tutti per accedere alle informazioni,
esempio: proprietario, ipoteche, errori catastali, valutazioni dei geometri, documentazione del territorio, tutte cose che oggi hanno una lentezza paurosa e non sono piu al passo con i tempi.

Controllo immediato da parte del cittadino dei fondi pubblici

Attualmente non sappiamo come sono utilizzati i nostri fondi pubblici per gli investimenti in infrastrutture. I governi devono giustificare le spese ai cittadini di ogni singolo centesimo usato, ma non lo fanno. Ci stiamo muovendo verso auto intelligenti, case intelligenti, città intelligenti.. eppure i #governi-intelligenti ci fanno paura, inoltre siamo poco pratici.
Cosi come Blockchain potrebbe portare una completa rivoluzione nel settore delle costruzioni, potrebbe apportarlo in qualunque settore.
Sempre che noi siamo disponibili ad adattarci, vedete eliminare di colpo “geometri pagati dal comune per verificare le tubature o le fondamenta di un edificio”(otto mesi di attesa, strada bloccata, soldi spesi dal comune inutilmente per le eventuali verifiche, scava, ricopri e non sei sicuro se è proprio quello il punto)
Controllare periodicamente e costantemente le strutture pubbliche e private attraverso un semplice monitoraggio da algoritmo prevede la volontà di voler creare un database, ma comporta anche la volontà
di smetterla con la corruzione. e come disse un vostro famoso filosofo di cui non ricordo il nome ora… La verità vi renderà Liberi. Buona Serata

Comments are closed.